Righini: Ospedale Sant’Andrea manda chirurghi ‘in affitto’ da privati

Roma – “Tutto esaurito anche al Sant’Andrea, per operarsi solo sanita’ privata. Molto costoso per le casse dell’Azienda Ospedaliera gia’ appesantite, molto umiliante per medici ed infermieri costretti a chiedere ospitalita’ nelle cliniche private, alquanto destabilizzante per i pazienti in attesa d’intervento.”

“Anche il Sant’Andrea e’ stato sacrificato interamente sulla trincea Coronavirus dal triumvirato Zingaretti-D’Amato-Marcolongo i quali non hanno imparato nulla dagli errori compiuti nella prima ondata dell’epidemia che fece registrare dati preoccupanti nel nosocomio di via di Grottarossa, con molti sanitari contagiati, un alto numero di interventi rinviati a data da destinarsi e di terapie differite.”

“Ma oltre alle responsabilita’ del presidente del Lazio e dell’assessore alla Sanita’, vanno messe in rilievo quelle della Direzione generale, che non ha saputo proporre con forza la scelta di mantenere il Sant’Andrea ospedale no Covid, in quanto grande struttura multispecialistica, polo sanitario universitario, bacino d’utenza con decine di migliaia di abitanti, ubicato in quadrante strategico della provincia di Roma”. Cosi’ in comunicato Giancarlo Righini, consigliere regionale del Lazio di Fdi.