Rinviata a venerdì 18 la fiaccolata per Willy

Roma – La preghiera e la fiaccolata in memoria di Willy Monteiro Duarte prevista per domani a piazza san Giovanni, a Roma, e’ stata rinviata a venerdi 18 settembre sempre alle ore 18. Lo fa sapere in una nota Neri italiani black italian, l’associazione che insieme a Black Lives Matter-Roma e alla comunita’ dei capoverdiani organizza l’evento.

All’origine del rinvio, “un gesto di delicatezza dal momento che domani si terranno i funerali di Willy, nel pieno rispetto della volonta’ della famiglia”, fanno sapere da Nibi, convinti che “ci sara’ un tempo per prendere posizione, ma non ora”.Venerdi’ prossimo quindi e’ previsto “un momento di raccoglimento, di ascolto verso la comunita’ capoverdiana, alcune testimonianze, una preghiera guidata dal vescovo Abba Mussie Zeraie e una fiaccolata finale”.

Come si legge ancora nella nota, la richiesta di un momento di preghiera “e’ arrivata in modo spontaneo da alcuni giovani della comunita’ capoverdiana, anche in virtu’ del fatto che il presidente di Nibi, Paolo Barros, e’ originario di Capo Verde”. Dalla pagina Facebook di Nibi e’ partito quindi “un tam tam tramite i social network che ci ha permesso di indire l’appuntamento, una volta contattata la famiglia Duarte”.

Stando a quanto riportano ancora gli attivisti, “i famigliari hanno chiesto che Willy sia ricordato nel modo piu’ pacifico possibile senza menzionare i presunti assassini, in quanto non meritano un briciolo di attenzione. Ricorderemo Willy per cio’ che era: un ragazzo meraviglioso con tanti sogni ancora da realizzare”.

L’associazione chiarisce infine che durante il sit-in non avra’ luogo “nessun comizio politico. Non sara’ allestito nessun palco, porteremo solo amplificatori e microfoni. Sara’ inoltre rispettato il distanziamento anti-Covid e chiediamo a tutti di portare le mascherine e le candele per la fiaccolata”. Quindi l’appello finale: “Basta violenze, restiamo umani”. Willy Monteiro Duarte e’ stato ucciso a Colleferro, a 21 anni, da un gruppo di uomini lo scorso fine-settimana mentre cercava di sedare una rissa.