RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Rocca: lontani tempi in cui Raggi annuciava stadio, da 5S 3 anni di bugie

Roma – “E’ partito l’assalto allo stadio della Roma, era solo questione di tempo ma finalmente i 5 stelle hanno gettato la maschera e sono pronti ad affossare il progetto, ergo, per tre anni hanno preso in giro un’intera citta’. Sembrano lontanissimi i tempi della Raggi sorridente che uscendo dal Campidoglio annunciava che la Roma avrebbe avuto a breve il nuovo stadio e che il progetto rivisto con l’aiuto dell’avvocato Lanzalone, chiamato dai vertici 5 stelle a risolvere la magagna, era un progetto piu’ bello e funzionale del precedente. Intento ribadito dalla Raggi, il 5 febbraio scorso ‘Lo stadio della Roma a Tor di Valle si fara’, i cantieri si potranno aprire gia’ entro quest’anno. E’ un progetto ambizioso che portera’ 1 miliardo di investimenti'”. Lo dichiara in una nota Federico Rocca responsabile romano enti locali Fratelli d’Italia.

“Nel frattempo Lanzalone- prosegue sempre nella nota Rocca- e’ finito agli arresti insieme al Presidente del Consiglio Comunale Marcello De Vito, proprio per la vicenda stadio e nel frattempo la Raggi ha iniziato a chiedere pareri a destra e sinistra salvo poi secretarli o snaturarli se non erano in linea con l’idea di mandare avanti l’iter. Oggi emergono problemi molto seri e a quanto pare insormontabili sulla viabilita’, cosi’ come evidenziato dal Politecnico di Torino e dai dipartimenti comunali, problemi sulle procedure urbanistiche e addirittura e’ sparito il parere dell’Avvocatura Capitolina chiesto dalla Raggi stessa per capire se un eventuale no al progetto avrebbe esposto l’amministrazione ad un risarcimento nei confronti della Roma”.

“A quanto pare non ci sarebbe nessun danno o diritto acquisito poiche’ fino a quando non si approva la delibera in aula non ci sono diritti acquisiti da parte del proponente, ma questa e’ la scusa adottata dai vertici pentastellati per convincere i consiglieri ad andare avanti. Quindi tutte balle, bugie, cambi di idee e giravolte, ecco come hanno condotto tutta l’operazione dello stadio della Roma i 5 stelle, ora appare il loro vero intento, affossare lo stadio cercando di non assumersene le responsabilita’, del resto quando erano all’opposizione erano contrari, poi, una volta alla guida della citta’ non potevano permettersi un altro no dopo quello alle Olimpiadi ma gira e rigira stanno arrivando alla loro idea iniziale. Se questa e’ l’amministrazione capitolina ossia inaffidabile e volta gabbana con quale fiducia si potranno avvicinare eventuali investitori per la Capitale?”.