RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Roma: arrivano ‘nasi elettronici’ in aree Tmb

Roma – Nasi elettronici, centraline meteoclimatiche e di campionamento dell’aria e un’app che permettera’ ai cittadini di segnalare in tempo reale ai nasi elettronici le emissioni odorigene. Il tutto sovrainteso da un gruppo di lavoro formato da Roma Capitale, Ama e Arpa Umbria, al quale si affiancheranno l’Arpa Lazio, i Municipi, i cittadini e le aziende che gravitano nell’area dei due di Ama (Salario e Rocca Cencia) per capire quali sono i soggetti responsabili dei cattivi odori provenienti da quelle zone e che specie nell’area del Tmb Salario sono diventati insostenibile al punto da generare una vertenza che chiede la chiusura dell’impianto.

Il cda di Ama, composto dal presidente Lorenzo Bagnacani e dai consiglieri Andrea Masullo e Vanessa Ranieri, insieme a l’assessore capitolino ai Rifiuti, Pinuccia Montanari, e alla consulente della Municipalizzata, Mariella Maffini, dopo un anno di lavoro, ha presentato questo progetto di monitoraggio delle fonti odorigene che partira’ dalla prossima settimana, mentre tra quattro mesi si vedranno i primi risultati.

“È un lavoro che stiamo facendo da poco dopo che mi sono insediato in azienda, il tema delle emissione odorigene che crea disagio ai cittadini non passa inosservato ed e’ nelle ambizioni dell’azienda dare una risposta- ha spiegato Bagnacani- Abbiamo da subito verificato metodologie e modelli che ci permettessero di misurare il disagio che tuttora viene espresso dai cittadini. Ama con responsabilita’ ha avviato un progetto ambizioso, innovativo e che coinvolge tutti gli stakeholder interessati, a partire dai cittadini”.

“Il cda ha deciso di investire su questo progetto dando il via libera a un piano di analisi e monitoraggio delle emissioni odorigene presso i due impianti tmb attraverso una piattaforma innovativa che comprende modelli e tecnologie innovativi che possano aiutarci a misurare questo fenomeno per comprendere le ragioni e identificare le soluzioni per eliminare i problemi percepiti dai cittadini”.