RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Roma: Coni Lazio e Regione insieme per salute e inclusione foto

Più informazioni su

Roma – Il Comitato Coni Lazio e la Regione Lazio hanno firmato un protocollo d’intesa biennale per la promozione dello sport sociale e d’inclusione. Il progetto ‘Coni & Regione compagni di sport’, riprende l’esperienza dello scorso anno, con oltre 40 eventi organizzati in tutta la regione, per offrire l’opportunita’ ai cittadini di ogni eta’, attraverso un’attivita’ di gioco e movimento, di essere coinvolti in stili di vita sani, favorendone al tempo stesso la socializzazione.

Con ‘Sport in Piazza 2018′, verranno proposte oltre 50 discipline sportive nelle piazze simbolo di 12 comuni: da Antrodoco a Nepi, passando per Priverno, Anzio, Gaeta, Ferentino, Cassino, Rieti e Viterbo, e ancora Castel Gandolfo e i Municipi I, II, III e X di Roma Capitale, a fare da quinta alla grande festa dello sport per tutti. Due gli eventi speciali in programma dalla forte valenza ecologica e solidale. Il Tevere si veste di sport offrira’ una panoramica inconsueta della citta, quella dalle sponde del fiume, dal ponte della Musica all’isola Tiberina.

Un luogo da riscoprire con un week end dedicato a tutte le attivita’ outdoor. Il secondo appuntamento invece e’ in programma alla Citta’ dei Ragazzi della Pisana. La struttura fondata nel secondo dopoguerra e divenuta nei decenni simbolo della fraternita’ e dell’integrazione, che vedra’ protagonisti i giovani immigrati ospiti del centro di accoglienza. ‘Lo Sport entra nelle carceri’, rappresenta un punto fermo ormai da anni nella programmazione istituzionale del Coni Lazio.

Grazie all’accordo firmato con la Regione il progetto originario e’ stato esteso a 13 istituti penitenziari dove, al termine di un percorso guidato da tecnici ed esperti della durata di due mesi, si svolgeranno feste e saggi a tema sportivo; da Rebibbia a Civitavecchia, da Frosinone a Latina, da Rieti a Viterbo e, per la prima volta, Velletri e Cassino.

Radio Roma Capitale (93,00 Mhz) e’ l’emittente ufficiale dell’iniziativa, che seguira’ con notizie in diretta, interviste ai protagonisti e interventi dai luoghi di svolgimento delle manifestazioni.
Sabato 20 ottobre spettera’ al Porto turistico di Roma, ad Ostia, aprire la rassegna dello sport in piazza. Dalle 10 alle 18 sul lungomare Duca degli Abruzzi, con il supporto dell’Hdra, agenzia incaricata dall’Amministrazione Giudiziaria per la rinascita della struttura lidense, verranno proposte una serie di attivita’ nelle quali tutti potranno cimentarsi coadiuvati da personale esperto delle federazioni sportive e delle Asd presenti sul territorio: tiro a segno (simulatore), pallavolo, scacchi, canottaggio (simulatore), tiro con arco, scherma, tennis, twirling, tiro a volo (simulatore), bocce, giochi tradizionali e atletica. Ci si potra’ sfidare ai calci di rigore (gonfiabile) e scoprire i segreti della federazione cronometristi. Inoltre, considerate le temperature ancora miti per la stagione, e’ prevista anche dell’attivita’ in acqua con vela, sup e surf.

Domenica 21 ottobre la scena si sposta a Nepi in provincia di Viterbo. La piazza del Comune, sede del rinascimentale palazzo della municipalita’ opera di Antonio da Sangallo, dalle 10 alle 18, si trasformera’ in una grande palestra a cielo aperto. Si tratta di un evento fortemente voluto dall’amministrazione cittadina, con il coinvolgimento delle associazioni sportive del territorio. Nel corso della manifestazione, guidati da tecnici e personale specializzato, sara’ possibile provare una serie di attivita’ sportive come badminton, basket, canottaggio (sim.), cronometristi, calci di rigore (gonfiabile), twirling, scacchi, tiro a volo (sim.), tiro con arco, scherma, atletica, calcio, pallavolo, tennis.
“Considero lo sport un elemento indispensabile per il benessere fisico e sociale di una comunita’.

Il Lazio e’ una regione in cui l’amore per lo sport e’ molto radicato. Abbiamo una lunga tradizione sportiva, fatta di societa’, campioni, migliaia di appassionati. L’obiettivo prioritario che ci siamo dati e’ di coinvolgere questo mondo, nelle sue diverse componenti, per sostenere la diffusione e l’accessibilita’ della pratica sportiva a tutti i livelli” dice Nicola Zingaretti, presidente Regione Lazio.

“Dopo l’esperienza del 2017 ‘Coni e Regione, compagni di sport’, torna con un respiro biennale perche’ si tratta di un progetto in cui Coni Lazio e Regione Lazio credono molto. Lo scopo resta quello di promuovere l’accesso e lo sviluppo di un’educazione sportiva alla portata di tutti. Lo sport come diritto fondamentale della persona, che si traduce con l’allargamento di questa esperienza a ogni fascia della popolazione, ma soprattutto quelle piu’ difficili da raggiungere: i minori, i detenuti, le famiglie, gli anziani”, conclude Riccardo Viola, presidente Coni Lazio.

Più informazioni su