RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Roma delibera Unioni Civili, anche per gay

Più informazioni su

A breve anche Roma potrebbe avere il suo registro delle Unioni Civili. E’ pronta, infatti, ed e’ gia’ arrivata negli uffici capitolini per un primo parere tecnico, una proposta di delibera che riguarda sia omosessuali sia eterosessuali. A sottoscriverla congiuntamente sei consiglieri capitolini di Pd, Sel, Lista Civica Marino, Movimento Cinque Stelle e Centro Democratico. Per la cerimonia Roma Capitale metterebbe a disposizione “i locali di propria pertinenza generalmente adibiti alla celebrazione dei matrimoni civili”, come, ad esempio, la Sala Rossa del Campidoglio.

Nel testo condiviso dalle diverse forze politiche, il regolamento esordisce cosi’: “Per Unione Civile si intende il rapporto di reciproca assistenza morale e materiale tra due persone maggiorenni, dello stesso sesso o di diverso sesso, che non siano legate tra loro da vincoli giuridici e che abbiano chiesto l’iscrizione all’interno del Registro delle Unioni Civili”. Si propone dunque l’istituzione “all’interno dell’anagrafe comunale, di un Registro delle Unioni Civili che sara’ unico per tutti i Municipi di Roma Capitale”. Per far richiesta di iscrizione almeno una delle due persone deve essere residente a Roma. “I soggetti iscritti – si legge nel testo – potranno beneficiare delle agevolazioni, dei benefici e, in generale, saranno soggetti alle medesime disposizioni previste dagli atti e dalle disposizioni di Roma Capitale, degli assessorati e degli Uffici competenti per i soggetti coniugati”.

E ancora: “Roma Capitale mette a disposizione di chiunque ne faccia richiesta i locali di propria pertinenza generalmente adibiti alla celebrazione dei matrimoni civili, per lo svolgimento di una ‘cerimonia di iscrizione al registro medesimo alla presenza di un ufficiale di stato civile o delegato del Sindaco, il quale dovra’ rilasciare, all’atto della registrazione, l’atto di iscrizione al Registro'”. (ANSA)

Più informazioni su