Roma Multiservizi finanzia ‘stanza multisensoriale’

Roma – Roma Multiservizi collabora da tempo con l’Istituto Leonarda Vaccari la cui mission e’ la rieducazione dei fanciulli che convivono con problemi psico-fisici. In occasione del Natale, il Consiglio di amministrazione dell’azienda (partecipata al 51% da Ama Spa) ha deciso di contribuire al finanziamento di un progetto dell’Istituto: la realizzazione di una stanza “multisensoriale” per bambini autistici.

L’obiettivo e’ completare un percorso di interazione digitale attraverso cui il paziente puo’ auto-costruire il proprio ambiente, scegliendo colori, luci, intensita’ e frequenza, immagini e video, suoni, musiche e vibrazioni, aromi e stimolazioni tattili e gustative. Lo ha annunciato il presidente di Roma Multiservizi, Vincenzo Iannucci.

L’Istituto romano Leonarda Vaccari, presieduto da Saveria Dandini de Sylva, rappresenta un punto di riferimento per la diagnosi e l’assistenza nella prima infanzia, con particolare attenzione ai bambini con Disturbo dello Spettro Autistico.

La realizzazione di questa apposita stanza consentira’ di effettuare una valutazione neuropsicologica comprensiva di tutti i domini cognitivi, contribuendo a delineare il profilo cognitivo del bambino e individuando i punti di forza e di debolezza, accertare eventuali disturbi cognitivi che si manifestano generalmente durante l’infanzia, e monitorare il livello di sviluppo delle abilita’ indagate dall’infanzia all’adolescenza.

“Solidarieta’, attenzione ai piu’ fragili, calore umano: l’impegno di Roma Multiservizi, in particolare in questa difficile fase connotata dalla pandemia da Covid 19, sono e saranno sempre piu’ la mission della società”, ha osservato Iannucci.

“Un’iniziativa, quella di oggi, che assume anche un’importanza simbolica perche’ varata in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilita’. Un gesto concreto che vuole investire sulla solidarieta’ quale elemento imprescindibile di una comunita’”.