Roma: Raggi e Alfonsi inaugurano targa ricordo coniugi Mistruzzi

Più informazioni su

Roma – Una targa in viale Carso per ricordare la storia di Aurelio e Melanie Mistruzzi, che negli anni bui del Fascismo e delle persecuzioni razziali salvarono la vita, nel loro villino, a decine di ebrei. A inaugurarla questa mattina il sindaco di Roma, Virginia Raggi e la presidente del I Municipio, Sabrina Alfonsi.

I coniugi Mistruzzi crearono nel villino costruito da Aurelio nel quartiere Prati un rifugio per quanti erano stati oggetto delle leggi razziali, salvando molti ebrei dai rastrellamenti, a partire dalla moglie, un’ebrea viennese convertita, altri parenti e molte altre persone. Un luogo diventato sicuro anche grazie a un sigillo pontificio apposto sulla porta da Aurelio, scultore ed incisore per la Santa Sede, che impedi’ controlli nell’edificio.

Mistruzzi, pero’, non si limito’ a questo ma, grazie alla sua abilita’ professionale, falsifico’ decine di documenti salvando altre vite ancora. “Questo- ha commentato Raggi- e’ uno di quei momenti importanti che serve a ritrovarsi e segnare un punto. Qui ci fu una famiglia che decise di opporsi a quell’ondata di razzismo dilagante con un atto coraggioso. Fare memoria ci consente di sapere sempre chi siamo, chi siamo stati e chi non vogliamo essere”.

“E’ necessario intrecciare il passato e il presente per non dimenticare e per non far ripetere piu’ gli orrori del nazifascismo- ha aggiunto Alfonsi- Per questo era giusto ricordare la storia di questo artista friulano venuto a Roma per lavoro e che poi non esito’ di salvare tante vite. Proclamato poi uno dei Giusti tra le Nazioni e denominato lo Schindler di Udine”. Alla cerimonia erano presenti anche il presidente della Comunita’ ebraica di Roma, Ruth Dureghello, il sovrintendere Claudio Parisi Presicce e i parenti di Aurelio e Melanie.

Più informazioni su