Roma: svolta stamattina cerimonia d’insediamento nuovo questore Esposito

Roma – Ha avuto luogo stamane la cerimonia d’insediamento del questore di Roma, dirigente generale di Pubblica Sicurezza direttore Carmine Esposito, alla presenza del capo della Polizia direttore generale della Pubblica Sicurezza prefetto Franco Gabrielli. Alle ore 8.30 circa il prefetto, accompagnato dal questore di Roma, ha ricevuto gli onori di un picchetto in armi; alla cerimonia era presente anche una rappresentanza dell’Anps Sezione Roma, con un Gonfalone.

Nel prosieguo dell’evento, il capo della Polizia ha deposto una corona d’alloro sulla lapide in ricordo dei caduti della Polizia di Stato. Al termine, il capo della Polizia ed il questore hanno raggiunto il primo piano dell’edificio dove hanno salutato tutti i Funzionari, una rappresentanza del personale in servizio presso la Questura e le Specialita’ della Polizia di Stato della Provincia, nonche’ i sindacati di Polizia e civili. Il dottor Carmine Esposito e’ nato a Napoli nel ’57, dove ha conseguito la laurea in Giurisprudenza e, successivamente, la laurea in Scienze delle Pubbliche Amministrazioni.

Entra in Polizia nel dicembre del 1985, al termine del prescritto periodo di formazione e’ assegnato, nel dicembre dell’anno successivo, all’Istituto Superiore di Polizia. Nell’agosto del 1988 e’ trasferito presso la Squadra Mobile della Questura di Napoli e, successivamente, al Centro Interprovinciale Criminalpol dello stesso capoluogo campano, ove presta servizio sino al 1994. Presso quell’ufficio investigativo Esposito porta a termine una serie di operazioni di polizia giudiziaria di notevole importanza, che consentono l’arresto di Rosetta Cutolo, superlatitante e sorella del noto boss della camorra Raffaele Cutolo e, del luogotenente dei cutoliani Sergio Marinelli, arrestato in Venezuela.

In carcere finiscono anche numerosi affiliati al clan La Torre, insieme al capo clan Augusto La Torre, tra i piu’ potenti della provincia di Caserta. Per quest’ultima operazione, nel gennaio del 1991, Esposito e’ promosso per merito straordinario alla qualifica di vice questore aggiunto. Dall’ottobre del 2000 viene trasferito alla Questura di Salerno con l’incarico di capo di Gabinetto. Promosso primo dirigente con decorrenza 10 gennaio 2001, nel febbraio dell’anno successivo assume le funzione di capo di Gabinetto della Questura di Palermo e, dall’agosto del 2004, anche l’incarico di funzionario addetto alla sicurezza.

Il 22 febbraio 2005, a seguito dell’istituzione della Direzione Centrale Anticrimine della Polizia di Stato, Esposito e’ incaricato di curare le attivita’ connesse all’istituendo Ufficio Affari Generali della menzionata Direzione. Nell’aprile del 2008, gli vengono conferite le funzioni di Direttore reggente del Servizio Affari Generali della Direzione Centrale per gli Affari Generali della Polizia di Stato.

Dal marzo del 2009, il capo della Polizia lo nomina capo ufficio di staff del vice direttore generale della Pubblica Sicurezza – Direttore centrale della Polizia Criminale, con l’incarico di fornire diretta collaborazione al vice capo della Polizia nelle attivita’ di verifica dell’efficacia delle misure di contrasto messe in atto dalle forze di polizia, sotto il profilo sia preventivo che repressivo. Nel maggio del 2010 consegue la promozione al grado di dirigente superiore della Polizia di Stato e viene chiamato a guidare prima la Questura di Trapani e, dall’agosto del 2014, la Questura di Brescia.

Dal 29 aprile 2016 Esposito e’ dirigente generale di Pubblica Sicurezza. Nell’aprile del 2016 viene nominato questore della Provincia di Bari fino al 28 febbraio 2019. Da subito il questore Esposito sara’ impegnato per il derby capitolino previsto per domani allo stadio Olimpico e che sara’ oggetto di tavolo tecnico a cui presenziera’ nel pomeriggio.