Quantcast

Rutelli: digitale, semplificazione ed ecologia per trasformare Roma

Roma – “Le tre chiavi principali per una trasformazione di Roma sono digitalizzazione, semplificazione ed ecologia, che poi sono i tre assi su cui arriveranno i soldi europei”. Lo ha detto l’ex sindaco di Roma, Francesco Rutelli, presidente della Scuola di servizio civico, a margine dell’inaugurazione del ciclo di lezioni della sua scuola per la formazione di giovani amministratori pubblici alla Facolta’ di Architettura dell’Universita’ La Sapienza di Roma, a Valle Giulia.

Per Rutelli “e’ importante digitalizzare: nel 1994 abbiamo organizzato a Roma una sperimentazione del voto elettronico in 10 seggi per le elezioni europee, se eravamo in grado di farlo 26 anni fa, figuriamoci oggi. Bisogna far funzionare le tecnologie che usiamo tutti i giorni per migliorare i servizi, controllare, monitorare e regolare la mobilita’ e anche gli orari delle attivita’, bisogna riorganizzare la citta’ alla luce della conoscenza attuale dei dati”.

E ancora, Rutelli ha aggiunto, “semplificazione, con meno burocrazia e meno pratiche, e poi ecologia, ovvero miglioramento della vita e della salute con spazi aperti, case piu’ confortevoli, parchi di vicinato ed economia circolare”.

Infine, un passaggio sulla partecipazione, che in campagna elettorale era uno dei cavalli di battaglia dell’attuale amministrazione capitolina targata M5S: “La partecipazione che funziona e’ quella che il cittadino percepisce come utile perche’ ha un’istanza, una proposta, un progetto, e servono canali che la rendano tale. Se la mia opinione non ha risultato, invece, si chiama ‘backfire'”.