RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Salviamo l’ospedale Santa Lucia: partito il corteo

Più informazioni su

Un letto d’ospedale con un paziente d’eccezione: il presidente della regione Lazio Renata Polverini. È partito così il serpentone di circa 400 persone della Fondazione Santa Lucia. Lavoratori, studenti e tirocinanti, infermieri, medici dei pazienti e loro familiari si sono ritrovati questa volta in un corteo che li porterà da via Laurentina fin sotto la sede della regione Lazio dove si uniranno ai lavoratori del Cto per difendere il proprio posto di lavoro, il «diritto di accesso alle cure» e manifestare il loro dissenso al piano di rientro di via della Pisana. «Siamo arrabbiati». Questa la frase più ripetuta da tutti: dai medici e gli infermieri che mostrano gli striscioni contro il presidente Polverini accusata di non aver mantenuto le promesse fatte durante la campagna elettorale, dai genitori dei piccoli pazienti che all’interno del Santa Lucia seguono la riabilitazione e dagli studenti e dei tirocinanti che presso la Fondazione seguono i corsi di perfezionamento. Al corteo, oltre alle bandiere della Cgil e dalla Uil, anche molti disabili in carrozzella che ricordano al presidente la famosa maglietta indossata oltre due anni fa con la scritta: «salviamo l’ospedale Santa Lucia».

Più informazioni su