RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Salvini: da 1° giugno rimpatriati 2.774 irregolari, diminuiti sbarchi

Roma – “Dal 1° giugno al 30 novembre sono state rimpatriate 2.774 persone in posizione irregolare, di cui 1.984 con accompagnamento alla frontiera. I Paesi di provenienza dei soggetti rimpatriati sono: Tunisia per il 32%, Albania per il 21%, Marocco per il 13%”. Lo ha detto Matteo Salvini, vicepremier e ministro dell’Interno, in audizione al Comitato parlamentare di Schengen.

Tra i dati forniti dal ministro anche, nello stesso periodo, la diminuzione dell’83% dei “migranti sbarcati sulle nostre coste rispetto all’anno scorso. Quelli provenienti dalla Libia sono diminuiti del 92%”. E ancora: “Nel 2018, al 23 novembre le domande di asilo presentate in Italia sono state 49.636, il 60% in meno rispetto all’anno passato. Le posizioni esaminate sono state 86.446: nel 7% dei casi e’ stata riconosciuto lo status di rifugiato, nel 4% la protezione sussidiaria, nel 23% quella umanitaria. I dinieghi sono stati il 66% al 1° giugno al 30 novembre sono state arrestate 123 persone, di diverse nazionalita’, per reati connessi all’immigrazione clandestina”.

“Sempre dal 1° giugno sono stati adottati 66 provvedimenti di espulsione per motivi di sicurezza dello Stato e prevenzione del terrorismo, con un trend in crescita rispetto ai primi mesi dell’anno, nel corso del quale erano stati 48 i provvedimenti”. Infine, “alla data del 30 novembre 2018 risultano presenti nelle strutture di accoglienza 141.851 immigrati, registrandosi una diminuzione pari a circa il 24% rispetto al numero di stranieri accolti alla stessa data del 2017: erano 186.884”.