RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Salvini: si vergogni chi nega permanenza donne incinta e bambini

Roma – “Donne incinte, bambini e rifugiati restano in Italia. Si vergognino i disinformati che dicono e scrivono il contrario”. Cosi’ il vicepremier e ministro dell’interno Matteo Salvini sulle anticipazioni della circolare sulle protezioni umanitarie.

“Il senso dell’iniziativa- spiega il ministro- e’ limitare un abuso che va a discapito dei rifugiati veri. Su 43mila domande esaminate, i rifugiati sono il 7 per cento mentre la protezione sussidiaria raggiunge il 5. Poi abbiamo la protezione umanitaria che, sulla carta, e’ riservata a limitati e residuali casi di persone che, pur non essendo in fuga dalle guerra hanno necessita’ di una tutela. Ma rappresentano il 28 per cento dei casi che poi arriva al 40 con i ricorsi, decine di migliaia di persone. E spesso diventano la legittimazione dell’immigrazione clandestina”.