San Basilio, stalker ucciso. Opposizione: “Ferragosto di paura a Roma” foto

Più informazioni su

    «Ventiquattro omicidi nei primi sette mesi del 2011, con un incremento del 60% rispetto all’anno precedente. Una drammatica escalation di violenza che ha fatto registrare solo nell’ultimo trimestre una media di quattro omicidi al mese. Numeri impressionanti che impongono la necessità di svolgere una seria riflessione su questo tema. I fatti, purtroppo, smentiscono ancora una volta le parole del sindaco e della giunta sul grado di sicurezza di Roma. L’aumento degli omicidi e dei reati predatori è il frutto non solo di uno scarso controllo del territorio, ma anche di un crescente malessere sociale ed economico nella città. L’assenza di politiche di protezione sociale ed economica pesa su una situazione già critica. Questo clima di violenza è stato sottovalutato da un sindaco inadeguato a gestire quella che è diventata una vera e propria emergenza criminalità». Così in una nota il responsabile del dipartimento sicurezza del Pd di Roma Alberto Mancinelli.

    «La criminalità non va in vacanza e il quotidiano bollettino di guerra di violenze nella Capitale non concede tregua, nemmeno per ferragosto, ai romani sempre più preoccupati». Lo dichiara Luciano Nobili, portavoce romano di Alleanza per l’Italia, il partito guidato da Francesco Rutelli. «Proprio stanotte, infatti, si è registrato l’ennesimo agguato e l’ennesimo omicidio a sangue freddo, questa volta nella zona di San Basilio» continua Nobili «non c’è nessuna zona della città ormai, dalla periferia fino al centro storico, risparmiato dall’inquietante escalation di violenza e insicurezza che disegna un vero e proprio stato di emergenza, sul quale continua l’incredibile silenzio del Campidoglio». «Ancora una volta, siamo di fronte ad un’esecuzione tipica della criminalità organizzata che sta evidentemente prendendo possesso della città, nell’indifferenza dell’amministrazione che proprio della sicurezza in città aveva fatto la sua bandiera» aggiunge Nobili « e che proprio su questo tema registra il suo più cocente, e preoccupante, fallimento. Non sono evidentemente bastati i recenti, drammatici, episodi per mettere fine alla tragedia quotidiana della Roma di Alemanno» conclude Nobili «e per i tanti romani che lo passeranno in città, si prospetta un Ferragosto di paura», conclude.
    «A Roma la violenza criminale non sembra avere battute d’arresto. L’ultimo omicidio eseguito con una crudeltà terrificante ci consegna una città con un tasso di morti ammazzati superiore a qualsiasi fisiologica statistica da grande metropoli». È quanto dichiarato dal consigliere del Pd Dario Nanni membro della commissione sicurezza del Comune di Roma. «Oltre tre assassini al mese con un picco inquietante negli ultimi due mesi necessitano una riflessione sulla sicurezza a Roma che va oltre le rituali dichiarazioni di circostanza del Sindaco in queste occasioni. È necessaria e non piu» ineludibile una sessione straordinaria dell’Assemblea Capitolina sulla sicurezza e sulle misure da adottare per arginare la violenza criminale nella Capitale«, conclude.

    Più informazioni su