San Raffaele Spa: parole vergognose Regione Lazio su Rocca di Papa

Roma – “La San Raffaele Spa, nel pieno rispetto del lavoro della Magistratura amministrativa di cui attende l’esito, ha fornito gia’ le smentite a quanto dichiarato dallo stesso soggetto. È la prima volta che ci troviamo davanti a una Giunta che vieta di fare i tamponi a chi ne ha fatto richiesta; che immette pazienti positivi all’interno delle Rsa e dei reparti in cui vengono assistiti malati terminali, attribuendo poi la colpa della diffusione dei contagi agli operatori della Sanita’ privata o pubblica. Anche su questo punto sta indagando la Procura.”

“Vergognoso e subdolo il modo con cui l’assessore cerca di influenzare, attraverso l’opinione pubblica, il Tar del Lazio e i suoi Giudici. Come singolare e’ del resto il fatto che lo stesso non pubblichi invece i dati dei reali casi covid, relativi a tutte le strutture del Lazio e alla loro provenienza da altre strutture regionali, sia pubbliche che private”. E’ quanto si legge nella nota della San Raffaele Spa.

Il presidente della San Raffaele S.p.a. Carlo Trivelli, nel ribadire “la propria vocazione garantista peraltro espressa di recente non puo’ non censurare il tentativo di voler mettere la corda al collo con giudizi sommari, come si faceva nel Far West, provando una maldestra azione per distogliere l’attenzione da altre questioni giudiziarie, per le quali non ha ritenuto di dover chiarire la sua posizione”.