Sanità. Corrotti (Lega): “Zingaretti spieghi perché non toglie tasse se usciti da commissariamento”

“Nel consiglio regionale straordinario di domani sul tema della sanità, il presidente Nicola Zingaretti ci venga a spiegare perché ora che la Regione Lazio è finalmente uscita dal commissariamento e con il bilancio sanitario in avanzo non decide di togliere quel 0,5% di addizionale regionale fiscale, dovuto obbligatoriamente in fase di commissariamento, che però ancora oggi pesa ben 700 milioni di tasse sia per le persone fisiche sia per le aziende.

Ovviamente non ci bastano le parole rilasciate alla stampa dall’Assessore D’Amato in cui giustifica queste somme con investimenti vari sull’edilizia sanitaria e nuove tecnologie perché basta leggere all’interno del Decreto del Commissario ad acta del 20 gennaio 2020 che le spese a carico della Regione Lazio per queste voci sono ‘solo’ circa 100 milioni.

Allora dato che l’addizionale regionale sulla sanità non risulta speso per la sanità, per non definirla una pura e semplice sovrattassa Zingaretti, vorremmo capire perché continuiamo a togliere dalle tasche dei cittadini quasi 700 milioni di tasse.” Così in una nota Laura Corrotti, consigliere Lega Regione Lazio