RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Santori-Verni: Bagno in fontana, città venga risarcita

Più informazioni su

Roma – “Accogliamo con ovvia soddisfazione la svolta nella assurda vicenda che, qualche giorno fa ha visto protagonisti alcuni turisti che, nella piu’ totale tranquillita’, hanno deciso di farsi un bagno, per giunta nudi, nella fontana sotto l’Altare della Patria”. Cosi’, in una nota, Fabrizio Santori, esponente romano della Lega.

“Eravamo stati tra i primi a denunciare quanto accaduto e ad auspicare che chi di dovere si adoperasse ad individuare i colpevoli- continua Santori- Cio’ e’ accaduto, grazie al capillare lavoro degli inquirenti, che hanno sfruttato i filmati delle telecamere dei negozi e delle vie del centro, oltre ad alcune testimonianze. Ora, pero’, il passo successivo sara’ quello di capire dove si trovino fisicamente al momento i responsabili e procedere oltre con i dovuti step legali”.

“Purtroppo- commenta l’avvocato Marco Valerio Verni- non e’ la prima volta che i nostri monumenti vengono letteralmente presi d’assalto da persone incivili che, in totale disprezzo del valore storico o spirituale, tra bagni nelle fontane, incisione del proprio nome, asportandone intere parti come souvenir, fino allo sfregio vero e proprio”. “Auspicabile, in caso di processo, la costituzione di parte civile da parte di Roma Capitale- conclude Verni- anche perche’, in questi casi, quel che interessa non e’ solo e tanto la condanna penale – che verrebbe probabilmente sospesa -, quanto il risarcimento dei danni subiti dalla citta’. Anche nell’ottica di dare un serio avviso a chi avesse intenzione di emulare queste azioni incivili. E, purtroppo, temiamo che non mancheranno altre situazioni simili”. “Confidiamo – conclude Santori – che si proceda sempre piu’ spesso, non solo per via amministrativa (prevedendo, magari, anche limiti edittali superiori a quelli attuali), ma anche per le vie penali, laddove possibile – per difendere Romaed i romani, da una parte, e sperare di disincentivare sempre di piu’- dall’altra – questi atti che non esitiamo a definire barbari”.

Più informazioni su