Quantcast

Sassoli: riforma necessaria, declino Roma significherebbe declino Italia

Più informazioni su

Roma – “Il declino di Roma sarebbe il declino dell’Italia. Abbiamo bisogno che Roma torni a crescere e quindi servono investimenti, privati ma anche pubblici. La citta’ deve ripensare le infrastrutture, perche’ senza e’ difficile avere investimenti che potrebbero far tornare Roma a crescere. E poi c’e’ bisogno che la politica si prenda un po’ cura della propria Capitale”. Lo ha detto il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, in dialogo con il presidente della Camera di commercio di Roma, Lorenzo Tagliavanti.

“Alcuni interventi che sono stati fatti sulle aree metropolitane era forse meglio rinviarli e rifletterci. Roma con gli strumenti che ha fa fatica a rimettersi in un cammino di crescita- ha aggiunto- e invece ne abbiamo bisogno perche’ senza una Capitale che cresce, il Paese ne risente profondamente. C’e’ bisogno in questo momento di una forte iniziativa per ripensare a come si deve amministrare un grande spazio urbano come quello di Roma, non puo’ essere tutto delegato al Campidoglio e non potra’ che essere un decentramento forte, una formazione di citta’ nella citta’, a mettere al pari Roma con le altre Capitali. Credo che la politica debba avere questa spinta, questa attenzione per una riforma su come si amministra la nostra Capitale. E poi- ha concluso- naturalmente, per Roma e per l’Italia, serve una messa a punto della programmazione, perche’ fondi e risorse che anche l’Europa mettera’ a disposizione Roma li usi nella maniera giusta che possa trasformare la citta’. Credo che questo i romani se lo aspettino”.

Più informazioni su