Quantcast

Sbloccati 70 nuovi autobus, Gualtieri: ne arrivano altri 51

Roma – La flotta degli autobus di Atac si arricchisce di 70 nuovi mezzi, presentati oggi presso il deposito dell’azienda di trasporto pubblico in via di Portonaccio alla presenza del sindaco Roberto Gualtieri, dell’assessore ai Trasporti Eugenio Patanè e dell’amministratore unico di Atac Giovanni Mottura.

“Questi ecobus avranno un grande impatto sulla flotta perché sono i primi significativamente diversi in termini di impatto e sostenibilità ambientale. Basti pensare che le emissioni sono ridotte del 10% e permettono un grande risparmio di carburante. In più sono dotati di tutti quegli strumenti per fare in modo che anche i passeggeri più fragili possano usufruirne”, ha dichiarato l’ad di Atac Mottura.

L’operazione era stata avviata dalla precedente amministrazione e fa parte di un pacchetto complessivo di 100 nuovi mezzi rimasta bloccata per alcuni mesi.

“La precedente amministrazione – ha spiegato Patanè- aveva individuato un metodo di pagamento che non era possibile dal punto di vista amministrativo. Volevano che la ragioneria facesse una anticipazione di cassa garantita dal collegio sindacale di Atac che però non ha questi compiti e infatti si era opposto.”
“In quel modo questi autobus erano bloccati nel piazzale di Monterotondo. Quando siamo arrivati abbiamo deciso di anticipare noi questa somma utilizzando i 40 milioni di ristori covid che la Regione doveva al Comune per gli anni 2020-2021”.

Ai 70 autobus presentati oggi si sommeranno altri 51 in arrivo: “Nei prossimi giorni ne arriveranno altri 29 a metano poi altri 22. L’obiettivo, entro un anno, è quello di togliere dalla circolazione quelle centinaia di bus che costano tanto in termini di inquinamento, incidenti e manutenzione. I soldi risparmiati in manutenzione li investiremo per rendere il servizio più efficiente per i cittadini”, ha dichiarato il sindaco Roberto Gualtieri. Il piano di rinnovo della flotta Atac prevede una spesa di 500 milioni entro il 2026 “e avrà il suo piatto forte nei bus elettrici finanziati con le risorse del Pnrr”. (Agenzia Dire)