Simeone: accordo con privati per ridurre file a drive-in ottima cosa

Roma – Cosi’ in un comunicato Giuseppe Simeone, capogruppo di Forza Italia al Consiglio regionale del Lazio e presidente della commissione Sanita’, politiche sociali, integrazione sociosanitaria e welfare: “Giudico positivamente l’accordo siglato tra la Regione Lazio e le associazioni di categoria Aiop, Anisap, Federlazio e Unindustria che ha come obiettivo quello di limitare le lunghe file nei drive-in.”

“Tale accordo prevede che nel caso di esito positivo della rilevazione dell’antigene, venga effettuato direttamente il prelievo del campione naso-faringeo dalla stessa struttura privata ed inviato ai laboratori regionali della rete Coronet.”

Continua Simeone: “Continueremo pero’ a batterci affinche’ l’amministrazione Zingaretti recepisca in toto la mozione approvata in Consiglio nel giugno scorso che impegnava la Regione ad ampliare la rete Coronet Lazio agli operatori in possesso di requisiti di affidabilita’ scientifica, finalizzata a garantire lo svolgimento dei tamponi nasofaringei e orofaringei per la diagnosi del Covid.”

Prosegue Simeone: “Tengo inoltre a sottolineare come il 1 settembre scorso la stessa commissione Sanita’ si era pronunciata favorevolmente in ordine alla possibilita’ che i privati potessero effettuare i tamponi molecolari. La collaborazione fra pubblico e privato e’ determinante in una fase come quella attuale caratterizzata da un incremento sensibile della curva dei contagi ed e’ opportuno venire incontro ad un’utenza costretta ancora a lunghe file presso le postazioni drive-in dislocate in diversi centri della nostra regione.”

“Rivendico di aver chiesto sin dalla prima ondata un’accelerazione sul versante della prevenzione. E’ sempre piu’ urgente e necessario estendere al massimo l’attivita’ di diagnosi e di tracciamento degli asintomatici. Per far questo serve aumentare il numero dei test e dei tamponi, incrementando le indagini epidemiologiche sul territorio”, ha concluso Simeone.