Quantcast

Simeone: su Autostrada Roma-Latina Zingaretti alzi la voce

Roma – “Sul Corridoio intermodale Roma-Latina e la bretella Cisterna-Valmontone occorre uscire dalla commedia degli equivoci e dal rimpallo di responsabilita’ indecente a cui stiamo assistendo da troppo tempo. Solo a luglio il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, con al suo fianco il ministro Paola De Micheli, nel corso della presentazione del piano delle infrastrutture da realizzare nel Lazio e ‘sbloccate’ dal decreto Semplificazioni, aveva affermato che non restava che procedere rapidamente verso le nomine dei commissari per aprire il prima possibile i cantieri.”

“Prendiamo atto che il numero 2 della De Micheli, ovvero il viceministro delle Infrastrutture Giancarlo Cancelleri nelle ultime ore avrebbe annunciato il dietrofront del governo affermando che sulla Roma-Latina ‘e’ in corso una riflessione dal momento che Cinquestelle, insieme a Leu, hanno espresso delle perplessita’ chiedendo una revisione del progetto’.”

“E’ lecito a questo punto chiedersi: Qual e’ la vera posizione del governo? L’amministrazione regionale perche’ non interviene? Forse si preferisce rimanere in un silenzio ambiguo per non dare ‘fastidio’ al M5S prima della chiusura delle urne? Ritengo opportuno per non dire urgente che il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, principale azionista di questo governo, assuma immediatamente posizione e faccia sentire la propria voce su questo possibile ‘colpo di mano’ che avverrebbe a discapito del territorio romano, laziale ed in particolare della provincia di Latina”. Lo dichiara in una nota Giuseppe Simeone, capogruppo di Forza Italia al Consiglio regionale del Lazio e presidente della commissione Sanita’, politiche sociali, integrazione sociosanitaria e welfare