Quantcast

Sindacati: appalti Ama, in 270 verso il licenziamento

Roma – “Ama ci ha comunicato con candore che, dopo aver gestito in modo disastroso l’appalto per il porta a porta delle Utenze Non Domestiche, da inizio maggio reinternalizzera’ il servizio offerto nei lotti di competenza dell’associazione temporanea di impresa con capofila Roma Multiservizi. Una cosa che avrebbe un senso se ci fossero le assunzioni e un piano di riorganizzazione dei servizi. Ma al momento la sola certezza e’ che Roma Multiservizi, controllata di AMA Spa, ha ricattato una citta’, ha partecipato ad un appalto al massimo ribasso, ha tentato di non applicare il contratto di settore e poi ha abbandonato un appalto in barba alle norme. Tutto nel silenzio dell’azienda e di Roma Capitale. La Sindaca Raggi spieghi come mai si avallano licenziamenti senza battere un colpo”. Cosi’ in una nota Fp Cgil, Fit Cisl, Fiadel di AMA Spa a margine di un incontro sul tema degli appalti per le Utenze non domestiche. “Chiederemo un incontro alla Sindaca, anche alla luce delle ultime assunzioni di dirigenti e quadri, fatte di nascosto, come gli aumenti di stipendio, e in violazione del contratto e degli accordi sindacali. È tempo- concludono i sindacati- che qualcuno si prenda le proprie responsabilita’”.