Sindaco Pontecorvo: il 9 per festa del peperone sinergia vincente

Roma – “Abbiamo impostato un grande lavoro di squadra nel segno della condivisione e della collaborazione. Sento che l’evento di sabato sara’ un trionfo. Oltre ai sindaci, alle autorita’, agli amministratori dei comuni limitrofi, avremo tanti visitatori dalla provincia. Sono sensazioni positive che sabato troveranno conferma nei numeri delle presenze”. Anselmo Rotondo, sindaco di Pontecorvo, punta forte sulla Festa del Peperone in programma sabato pomeriggio in citta’. “Abbiamo lavorato gomito a gomito con il presidente del Consorzio di tutela, Luigi Castrechini e i soci produttori- spiega il sindaco- Ringrazio in particolare l’impegno che, per conto dell’amministrazione comunale, e’ stato profuso dagli assessori Katiuscia Mulattieri e Nadia Belli. Abbiamo sviluppato una sinergia operativa che ha funzionato sotto ogni aspetto e che quindi ripeteremo anche per le prossime iniziative alle quali stiamo gia’ lavorando per proseguire senza sosta nella promozione del peperone e delle nostre altre tipicita’”. Sabato la Festa in piazza Porta Pia, nel cuore della citta’. Stand con le produzioni tipiche, artigianali e agroalimentari, esposizione di mezzi agricoli storici e moderni e soprattutto un percorso di degustazione per una cena a base di pietanze tradizionali e innovative a base, manco a dirlo, di peperone.

“I punti di forza saranno il nostro stand e i percorsi di degustazione. Nel gazebo- spiega Luigi Castrechini, presidente del Consorzio di Tutela- i visitatori potranno conoscere la storia del peperone, ma anche informarsi sulla produzione, sul consumo e sulle traiettorie di sviluppo commerciale che abbiamo delineato per incrementare il successo del prodotto di punta dell’agroalimentare pontecorvese. Per il resto abbiamo organizzato non uno, ma due percorsi per poter scegliere i menu’ della cena evitando ai nostri ospiti il disagio di file lunghe e noiose. Abbiamo allestito due punti di distribuzione paralleli per servire tutti in tempi rapidi. Verranno tante persone da fuori e saranno accolte con gioia e gratitudine. Ma la vera risposta, in termini di partecipazione, me l’aspetto, inutile dirlo, proprio dai miei concittadini”.