RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Smeriglio:la chiusura di Liberazione è una sconfitta per tutti

Più informazioni su

Dal 1° gennaio Liberazione non è più in edicola. Dopo vent’anni, a causa della cancellazione retroattiva del finanziamento pubblico per i giornali cooperativi, di idee e di partito decisa dal governo Berlusconi e confermata dal governo Monti chiude, una voce storica della sinistra italiana, lasciando senza lavoro giornalisti e poligrafici.

L’intera redazione ha deciso di occupare la sede del giornale, continuando a produrlo nella sola versione elettronica, scaricabile ogni giorno gratuitamente dal sito web del quotidiano.

Desidero esprimere a tutti loro la mia solidarietà, unita alla preoccupazione per un sistema economico che individua quali “sprechi da tagliare” i contributi alla diffusione delle opinioni, delle culture e delle opinioni politiche.

Credo che questo Paese dovrebbe ragionare sul fatto che, al di la delle appartenenze politiche e delle ideologie di parte, la chiusura di Liberazione, così come delle altre testate che presto cadranno sotto la scure dei “tagli retroattivi”,rappresenta una sconfitta per tutti.

In una Italia che si piazza al 40° posto nella classifica per la libertà di stampa(dopo la Namibia!), cancellare un finanziamento pubblico nato per svincolare la stampa dalle mere logiche industriali e di mercato rappresenta la perdita di un pezzetto di libertà per ogni cittadino.

E’triste che invece di perseguire chi, in questi anni, ha speculato sui contributi per l’editoria, truffando alla Stato milioni di euro per testate fittizie o inesistenti, si sia preferito azzerare il sistema, colpendo indiscriminatamente anche coloro che, da decenni, svolgevano un lavoro serio e generoso.

Credo che dare in pasto alla “pancia” dei cittadini il taglio di spese volte a sostenere la democrazia diffusa e partecipata, spacciandole per tagli allacasta o agli sprechi, sia pericoloso oltre che demagogico, e mi auguro che tutti comprendano che la battaglia dei lavoratori di Liberazione è una battaglia che riguarda tutti noi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.