RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Sopralluogo del Vicepresidente del Parlamento europeo Angelilli al sito della discarica di Cupinoro

Più informazioni su

Sopralluogo del Vicepresidente del Parlamento europeo Angelilli al sito della discarica di Cupinoro 

Angelilli (Ppe/Pdl): “Dopo sopralluogo impossibile non sostenere ragioni dei cittadini”

 

Il Vicepresidente del Parlamento europeo Roberta Angelilli questo pomeriggio si è recata al sito della discarica di Cupinoro per un sopralluogo.

“Dopo aver effettuato il sopralluogo non posso che sostenere ancora con più forza le ragioni e i timori dei cittadini e dei comitati, preoccupati per l’integrità del territorio e per la loro salute.  E’ incredibile infatti che si sia avviato un ampliamento importante di una discarica che versa in condizioni fatiscenti”, dichiara il Vicepresidente del Parlamento europeo Angelilli.

“Questa vicenda  – prosegue – presenta ancora molti aspetti poco chiari ed è piena di contraddizioni: prima di tutto non si comprendono ancora i motivi dell’ampliamento, visto che già molti dubbi erano stati sollevati nel 2011 nella Conferenza di Servizi presso la Regione Lazio. Inoltre nella discarica in questo momento si continua a conferire ancora il cosiddetto “tal quale” nonostante sia vietato dalle direttive comunitarie e il Ministero dell´Ambiente abbia emanato una circolare il 6 agosto 2013 indirizzata a tutte le Regioni, proprio per rispettare le indicazioni interpretative della Commissione europea del 13 giugno scorso, in cui vengono chiariti quali sono i trattamenti necessari per il conferimento dei rifiuti in discarica e viene ribadito il divieto di conferimento del “tal quale” anche se sottoposto a trito vagliatura”.

“Inoltre  – continua – esprimo solidarietà ai 21 lavoratori che sono stati licenziati dalla Bracciano Ambiente”.

“Il 26 novembre nel corso dell’audizione al Parlamento europeo la questione relativa alla gestione dei rifiuti nel Lazio sarà portata di nuovo con forza all’attenzione delle Istituzioni europee, per dare voce a cittadini e per chiedere che finalmente sia messa in atto una strategia efficace nel rispetto delle normative europee e che abbandoni la logica dell’emergenza”, conclude Angelilli.

 

Più informazioni su