Quantcast

Spese Consip, Municipio III batte tutti: poi i territori ‘rossi’

Roma – Il III Municipio di Roma, per il secondo anno di fila, e’ l’ente pubblico della galassia del Comune di Roma che ha effettuato il maggior numero di acquisti attraverso la piattaforma web per gli acquisti centralizzati MePa del Consip, razionalizzando in questo modo i costi a carico della pubblica amministrazione. A decretarlo e’ il report di sintesi del “Cruscotto” della Consip, all’interno del quale e’ contauta la “classifica” degli enti che hanno maggiormente usufruito della piattaforma MePa “Acquistinretepa”. Le operazioni riguardano tutti gli strumenti di acquisto e negoziazione, ovvero Convenzioni, MePA, Accordi quadro e Sistemi dinamici di acquisizione.

Scorrendo la classifica, dunque, il III Municipio si e’ confermato l’ente che ha fatto maggior uso di questo strumento spendendo oltre 9 milioni nel 2019 e 4,8 nel 2018. In seconda posizione, per il 2019, il I Municipio (7,6 mln) e il dipartimento Tutela Ambientale del Comune di Roma (6,7 mln) Per il 2018 in seconda posizione l’VIII Municipio e in terza il I Municipio. Tra i Municipi che hanno speso meno nel 2019, invece, ecco il XIII con 35mila euro, il XV con 49mila e il XIV con 244 mila. Nel 2019 il record negativo, tra i Municipi, e’ toccato al IX con 43mila euro. Il record negativo in assoluto, sempre nel 2019, e’ toccato al dipartimento Risorse umane del Comune che ha speso solo 5mila euro, seguito da quello Mobilita’ e Trasporti con 13mila. Molto di piu’ hanno speso altri dipartimenti comunali: nel 2019 il dipartimento Infrastrutture ha fatto acquisti per 6,3 milioni di euro e quello Innovazione 1,2. Anche la Polizia locale di Roma Capitale ha speso, l’anno scorso, 1,2 milioni.

Le categorie merceologiche maggiormente acqustate attarverso la piattaforma nel biennio 2018-2019, sono la voce ‘Gestione degli Immobili’, che fa riferimento ad una moltitudine di servizi quali manutenzione ordinaria e straordinaria (e quindi all’acquisto di strumentazioni varie come Pc, telefoni, ect), disinfestazione e derattizzazione, smaltimento rifiuti, facchinaggio, la voce ‘Veicoli’, mobilita’ e trasporti che si riferisce essenzialmente all’acquisto di nuovi autobus urbani e al noleggio di auto e motoveicoli e la voce ‘Lavori’ che riguarda la manutenzione ordinaria e straordinaria di strade, edifici scolastici, mercati rionali, impianti vari. Gli oltre 9 milioni spesi dal III Municipio si sono concentrati principalmente sui lavori per la manutenzione straordinaria di strade, marciapiedi, caditoie e regimazione di acque piovane, per lavori di manutenzione ordinaria di strutture educative adibite ad asili nido, scuole dell’infanzia, elementari e medie ricadenti nel territorio municipale di competenza, nonche’ all’appalto per la sorveglianza, pronto intervento e ripristino della segnaletica stradale”.