RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Stadio AS Roma. Entro il 27 agosto termine conferenze dei servizi

Più informazioni su

Nuovo Stadio AS Roma

Nuovo Stadio AS Roma

E’ terminata verso le 14 a via del Turismo, nella sede dell’assessorato all’Urbanistica, la prima delle due conferenze dei servizi previste per oggi sullo stadio della Roma a Tor di Valle. 

La prima, che si è conclusa nel primo pomeriggio, ha visto confrontarsi i tecnici del dipartimento del Comune alla presenza di quelli della Eurnova di Parnasi.

La seconda, ancora in corso, prevede la partecipazione di soggetti “esterni”, a partire dai rappresentanti dei municipi interessati (IX e XI), la soprintendenza del ministero per il Comune di Roma, la direzione regionale beni architettonici e paesaggistici e la soprintendenza per i beni archeologici di Roma. Per la Regione Lazio: la direzione urbanistica e la direzione ambiente e infrastrutture. Per la Provincia: la direzione governo del territorio e mobilità; Autorità di bacino fiume Tevere; Ardis; Consorzio di bonifica Tevere, Asl Roma C; Acea Ato 2; Acea energie; Atac; Roma Natura ed Enac. 

Il 27 agosto è il termine entro il quale queste prime conferenze dei servizi potranno esprimere il loro parere sullo studio di fattibilita’ presentato il 29 maggio e scrivere la delibera che definisce lo stadio “opera di interesse pubblico”, così come previsto dalla normativa nazionale vigente sugli stadi.

La Conferenza dei servizi servirà a raccogliere le osservazioni dei tecnici sul progetto preliminare, questi ultimi dovranno poi verificare l’esistenza, sulla base della documentazione disponibile, di elementi preclusivi della realizzazione del progetto e/o indicare le condizioni necessarie per ottenere, in sede di presentazione del progetto definitivo, gli atti di consenso del Comune.

Il segretariato generale avrà il compito di redigere il testo della delibera che dovrà essere approvata, sempre entro il 27 agosto, in Giunta e in Consiglio comunale. 

Superato questo step il progetto passera’ alla Regione Lazio e successivamente alla conferenza dei servizi decisoria che dovra’ esprimersi entro ulteriori sei mesi. Infine l’ultimo passaggio (nella migliore delle ipotesi tra 8 mesi), che sara’ quello della convenzione urbanistica in cui verranno definiti gli step della realizzazione definitiva del progetto.

L’obiettivo e’ quello di vedere l’inaugurazione dello stadio nella stagione calcistica 2017/18, anno in cui tra l’altro scadra’ il mandato della Giunta Marino.

Più informazioni su