Quantcast

Stadio della Roma: Aula approva emendamenti Pd-M5S, via da revoca questione disponibilità terreni

Roma – L’Assemblea capitolina, riunita in seconda convocazione per la discussione della delibera di revoca del pubblico interesse sul progetto dello stadio della Roma a Tor di Valle, ha approvato i sette emendamenti presentati dal Pd e sottoscritti anche dal M5S e da Sinistra X Roma che vanno a modificare il provvedimento eliminando la non disponibilità dei terreni da parte dei proponenti come presupposto fondante della revoca.

A illustrare i documenti è stato il capogruppo del Partito democratico in Campidoglio, Giulio Pelonzi: “Il nostro giudizio sull’intera vicenda stadio è tutt’altro che positivo, ma il mio intervento sarà nel merito della revoca del progetto del 2017. Noi non votammo l’interesse pubblico in quella sede e ora siamo coerenti nel voler revocare quel progetto.”

“Avevamo intravisto un problema in uno dei due capisaldi della delibera con il mutato scenario e i cambiamenti avvenuti nei primi giorni di luglio e abbiamo quindi ritenuto opportuno presentare una serie di emendamenti che poi sono stati sottoscritti anche dal M5S e da Sinistra X Roma per migliorare e aggiornare il testo”.

Con questi emendamenti, ha sottolineato Pelonzi, “eliminiamo la questione della disponibilità dei terreni e in questo modo la delibera si sostanzia nel passaggio della rinuncia dell’AS Roma pervenuto più volte con lettera scritta e a mezzo stampa: questo rende la delibera più forte e tutela meglio il Comune di Roma e i singoli consiglieri, consentendo di chiudere una pagina e aprirne finalmente una nuova per Roma e per la Roma”.