Stalker ucciso, Ciardi: “Opposizione se non parla ha calo di zucchero”

Più informazioni su

    «D’accordo: se il Pd o l’Api non parlano ogni volta, vanno incontro a un calo di zuccheri. Ma almeno, che per una volta, i loro esponenti dicessero cose vere e, soprattutto, sensate. Mancinelli parla di reati predatori molto a sproposito, tra l’altro o mentendo o essendo male informato: i reati cosiddetti »predatori«, furti e rapine, in primis, registrano un calo rispettivamente di oltre il 35% i primi (da 164mila a 109mila) e del 37% le seconde (da 4.546 a 2.455) fra il 2007 e il 2010». Lo afferma Giorgio Ciardi, delegato alla Sicurezza del sindaco di Roma, Gianni Alemanno. «Se, poi, l’allarme deve destarlo una vendetta privata nei confronti di uno stalker, così come risulta dalle prime indagini , allora Mancinelli – prosegue – si limita a fare della demagogia a uso e consumo di qualche riga sui quotidiani. L’ispettore Nobili, dell’Api, invece parla di ‘esecuzione tipica della criminalità organizzatà: evidentemente potremmo proporlo per l’incarico di Questore, dato che sembra saperne più degli stessi investigatori. L’Amministrazione capitolina, e sottolineo ‘questà Amministrazione, non ha mai sottovalutato il problema sicurezza, al contrario di quanti ci hanno preceduto che hanno sempre dipinto la città come un’oasi felice anche di fronte ad episodi efferati, e ricordiamo per tutti gli omicidi Moriccioli, Reggiani e Russo». «Non a caso, questa Amministrazione, fin dal primo giorno, ha richiesto un controllo più capillare e costante del territorio: solo oggi, ad esempio, 11 pusher arrestati dai Carabinieri e gli autori di una rapina a Tiburtina immediatamente assicurati alla giustizia. Spiace, purtroppo, constatare come, ancora una volta, ogni episodio, e non importano le sua cause, sia utilizzato dagli esponenti delle opposizioni solo ed esclusivamente come un’occasione per attaccare il Sindaco, travisando la realtà e propalando dati quanto meno inesatti», conclude Ciardi.

    Più informazioni su