Stati Uniti, Pd Comune: mozione sdegno contro omicidio barbaro di George Floyd

Roma – “L’Assemblea capitolina, premesso che: le immagini dell’assassinio di George Floyd da parte di una agente della Polizia Dipartimentale di Minneapolis hanno colpito profondamente la sensibilita’ dei cittadini romani e di milioni di persone nel mondo; e’ inaccettabile che un uomo appartenente alle forze dell’ordine Usa abbia consapevolmente decretato la morte di un suo simile impedendogli di respirare; risuonano ancora come una condanna senza appello le parole disperate di George Floyd mentre implora di poter respirare e invoca piangendo sua madre affinche’ possa proteggerlo; Roma non resta indifferente a quanto accaduto e respinge ogni forma di razzismo, violenza e sopraffazione ed e’ vicina, alla famiglia di George Floyd e a tutti coloro ai quali con violenza sono negati persino i fondamentali diritti umani; Roma si unisce all’indignazione che giunge da tante parti del mondo per dimostrare che c’e’ solidarieta’ e vicinanza al di la’ di ogni confine e di ogni distanza geografica; tutti hanno il diritto sacrosanto di respirare in un mondo all’insegna dell’uguaglianza e del rispetto degli uomini al di la’ del colore della pelle e del credo religioso; pertanto, e’ opportuno rappresentare all’autorita’ degli Usa l’indignazione di Roma e dei suoi cittadini per il barbaro assassinio di George Floyd; impegna la sindaca Raggi ad adoperasi verso il Governo italiano affinche’ sia rappresentato alle autorita’ degli Usa la profonda indignazione della citta’ di Roma per il barbaro omicidio di Gerge Floyd”. Lo scrive in una nota il Pd del Comune di Roma.