RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Stefano: da start ci vorranno 2 anni per entrata in vigore ecopass

Roma – “Parliamo di una delibera fondamentale. I livelli di congestione del traffico a Roma, in particolare sul trasporto pubblico, non hanno eguali in Occidente”. Lo ha detto il presidente della commissione Mobilita’ di Roma Capitale, Enrico Stefano (M5S), durante la riunione di commissione in Campidoglio per l’esame degli emendamenti alla delibera di indirizzo del M5S per l’istituzione della ‘congestion charge’ e dell’ecopass in citta’, provvedimento che nel pomeriggio sara’ discusso in Assemblea capitolina.

Tra gli emendamenti, ha spiegato Stefano, “l’introduzione del principio che una cilindrata maggiore ‘paga’ di piu’, per esempio magari un 1.000 di cilindrata consuma un bonus, mentre un 2.000 due bonus. Qui in quest’atto, lo ribadisco per l’ennesima volta, non entriamo nel dettaglio, cioe’ se si paghera’ 2, 3 o 5 euro, se ci saranno 90 o 100 bonus, se saranno escluse le vetture Euro5 o Euro6: sono linee guida che poi verranno sviluppate dalla Giunta e dall’Agenzia della Mobilita’ per poi tornare in Assemblea capitolina”.

In merito ai tempi “da quando diamo lo start passano almeno 2 anni prima di poter ‘accendere’ la congestion charge, anche perche’ sono convinto che tra 2 anni la situazione del tpl sara’ molto migliorata”, ha concluso il consigliere pentastellato.