Strada: episodi Torre Maura e Casal Bruciato diffondono odio, brutti segnali

Roma – Da Torre Maura a Casal Bruciato, negli ultimi giorni ci sono stati diversi episodi di intolleranza contro la comunita’ rom. Episodi che si aggiungono a quelli che negli ultimi mesi hanno avuto come bersaglio i migranti. “Sono brutti segnali, e’ un continuo diffondere odio, proprio con lo spray”, commenta il fondatore di Emergency Gino Strada a Circo Massimo, su Radio Capital, “E l’odio ovviamente tende a incanalarsi verso il piu’ debole, e questa e’ una cosa ancora piu’ vergognosa”.

“Crediamo veramente che le ragioni dei nostri problemi economici siano legate al flusso dei migranti? È una sciocchezza che solo dei minorati mentali possono dire. Non e’ quello il problema”, spiega Strada, “ma e’ una tattica, usata da decenni in Europa, di scaricare le responsabilita’ sulle classi sociali piu’ deboli e di volta in volta su un bersaglio identificato con il nemico: oggi sono i rom, domani gli extracomunitari, tutte parolacce che abbiamo usato per definire altri esseri umani che abitano non distantissimo da noi e che scappano dalla guerra e dalla poverta’”.