RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Summit Ordine Medici-Ama: incontro estremamente proficuo

Roma – Si e’ svolto questa mattina, presso la sede dell’Ordine provinciale di Roma dei Medici Chirurghi e Odontoiatri, un incontro a tre tra il nuovo Amministratore Unico di Ama, Stefano Zaghis, Michele Lepore, Responsabile del servizio prevenzione ambientale e il Presidente Omceo romano, Antonio Magi.

L’Ordine dei Medici, in quanto garante della salute dei cittadini, nel corso di quest’anno, prima dell’arrivo di Zaghis, aveva a piu’ riprese lanciato un allarme rifiuti per la Capitale, sottolineando il pericolo di un rischio igienico. Nel corso del colloquio Stefano Zaghis, a poco piu’ di un mese dalla sua nomina ai vertici dell’azienda, ha fatto il punto della situazione.

In sostanza, ha spiegato l’AU di Ama, e’ iniziata una fase di rinnovo del parco mezzi dell’azienda, fase che si completera’ a giugno e inoltre si sta ponendo particolare attenzione alla raccolta rifiuti nei pressi di scuole, ospedali e zone definite “sensibili” quali i parchi giochi, le mense pubbliche, le farmacie e via dicendo. “Sono soddisfatto dell’incontro” – riferisce Antonio Magi -.

“Attualmente la situazione della raccolta rifiuti e’ in fase di miglioramento, e di questo do atto al lavoro svolto dall’amministratore Zaghis. Tuttavia l’Ordine dei medici ha una responsabilita’ nei confronti non solo dei propri iscritti ma anche dei cittadini che vivono e lavorano a Roma e non vorremmo, per il bene di tutti, rivedere nuove criticita’. Per questo motivo ci siamo lasciati con l’impegno di tenerci continuamente aggiornati, a tal proposito l’Azienda ci inviera’ dei report costanti, e di rivederci presto”.

“E’ stato un incontro estremamente proficuo all’insegna di un clima di costruttiva collaborazione – sottolinea Stefano Zaghis – La citta’ di Roma, come e’ noto, sconta un deficit strutturale in tema di gestione dei rifiuti ma da parte di Ama c’e’ la piena disponibilita’ ad operarsi con il massimo impegno per mettere in campo a medio termine soluzioni che permettano di superare definitivamente questo gap, assicurando a tutti i romani standard di servizio sempre migliori”.