Quantcast

Teatro Opera, Politi: situazione grave, dipendenti vanno tutelati

Roma – “La volonta’ espressa dalla Fondazione Teatro dell’Opera di ridimensionare il numero dei dipendenti a tempo indeterminato, svilisce la qualita’ del lavoro fin qui fatto e depaupera il potenziale produttivo del Teatro.”

“Licenziare 109 dipendenti dei 631 previsti dalla pianta organica, ci sembra una scelta superficiale e frettolosa, ancor piu’ in considerazione del fatto che a fronte dei licenziamenti, in pianta organica sono ancora previsti molti lavoratori a tempo determinato, cosa contraria alla norma di legge che tende a superare il dilagante precariato.”

“La drammatica situazione vissuta dai lavoratori e’ stata ben disegnata dai sindacati che in una accorata lettera al Sindaco Raggi chiedono un intervento responsabile e dirimente.”

“Le scelte fin qui fatte dal Sovrintendente Fuortes lasciano perplessi, non solo per quanto concerne la salvaguardia dei lavoratori, ma ancor piu’ nell’ottica di uscita da uno stato emergenziale e finalizzate alla tutela del patrimonio lirico, sinfonico e artistico italiano.”

“E’ importante che il Sindaco intervenga prioritariamente a tutela della forza lavoro del Teatro dell’Opera che negli anni ha sempre garantito uno standard di qualita’ elevatissimo”. Cosi’ in un comunicato Maurizio Politi, capogruppo Lega in Assemblea Capitolina.