Quantcast

Teatro Opera, sindacati a Franceschini, Raggi e Zingaretti: incontro necessario

Roma – “Gentilissimi onorevoli, a seguito della nomina del sovrintendente Carlo Fuortes alla carica di amministratore delegato della Rai, si richiede quale indirizzo si intenda assumere in merito alla eventuale nomina del successore da proporre al ministro dei Beni Culturali”. È quanto scrivono Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom, Fials e le Rsu del Teatro dell’Opera di Roma in una lettera che ha in oggetto una “richiesta di incontro” indirizzata al ministro della Cultura, Dario Franceschini, al presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, alla sindaca di Roma, Virginia Raggi, e all’Assemblea capitolina.

“Da parte nostra- si legge- esprimiamo forte preoccupazione per il futuro del Teatro dell’Opera di Roma Capitale, specialmente in considerazione delle gravi problematiche legate balla gestione Fuortes, più volte esposte in tutte le sedi e non vorremmo che a pagarne le conseguenze siano di nuovo le Lavoratrici ed i Lavoratori.”

“Siamo ancora in attesa di risposte dopo l’incontro con la sindaca, anche a fronte del Consiglio comunale straordinario dove è stata votata all’unanimità una mozione di pieno sostegno alle rivendicazioni sulla dotazione organica da parte delle organizzazioni sindacali e Rsu del Teatro dell’Opera di Roma. Si richiede, pertanto, un incontro urgente nel merito”.