Tidei-Cavallari: nel Lazio proposta legge per invecchiamento attivo

Roma – La valorizzazione della vita delle persone anziane. È questo l’obiettivo della proposta di legge sull’invecchiamento attivo depositata al Consiglio regionale del Lazio dai consiglieri Marietta Tidei e Enrico Cavallari (Italia Viva). La proposta prevede la messa in campo di interventi per incentivare la partecipazione degli anziani a attivita’ di utilita’ sociale, percorsi di formazione, iniziative di turismo sociale e eventi culturali. Il tutto attraverso finanziamenti concessi a soggetti pubblici e privati come Comuni, scuole, Asl e enti del Terzo settore.

“Con questa proposta di legge- spiegano Tidei e Cavallari- vogliamo dare concretezza a una visione dell’anziano che non e’ da intendere come soggetto passivo e ai margini della vita sociale, ma come risorsa e protagonista della vita sociale. Gli anziani vanno posti al centro di una comunita’ che puo’ solo che arricchirsi di un bagaglio di conoscenze ed esperienze. È quindi fondamentale diffondere tra gli anziani – e su questo la Regione assume un ruolo di fondamentale importanza – la piena consapevolezza che un invecchiamento attivo e’ alla portata di tutti, nessuno escluso e che attraverso un tale percorso i benefici che si possono conseguire innalzano in maniera significativa la qualita’ e l’aspettativa di vita”, aggiungono.

Quindi spiegano i consiglieri, “Per la realizzazione degli interventi, la proposta prevede che la Regione adotti un piano triennale di azioni per l’invecchiamento attivo. È previsto inoltre il riconoscimento alle persone anziane che partecipano attivamente alla vita della comunita’, sulla base dell’impegno prestato e della natura dell’attivita’ svolta, crediti sociali fruibili in servizi erogati dagli enti locali promotori degli progetti, ovvero opportunita’ culturali, formative, sportive e ricreative, gratuite o a costi ridotti. La proposta prevede anche l’istituzione di una giornata dedicata all’invecchiamento attivo: il 22 aprile, in occasione della ricorrenza della nascita di Rita Levi Montalcini, Premio Nobel per la medicina”.