RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Tidei: cura Zingaretti efficace, vicini ad uscita da commissariamento

Roma – “Come ha dichiarato oggi il presidente della sezione regionale di controllo per il Lazio della Corte dei Conti Roberto Benedetti, la Regione e’ vicina ad uscire dal commissariamento della sanita’ risalente a ben undici anni fa. Dopo stagioni di sprechi e inefficienze, abbiamo raggiunto equilibrio e sostenibilita’ grazie alla cura Zingaretti e al lavoro del centrosinistra. Un lavoro portato avanti con tenacia, nonostante il fardello pesante ereditato dalle precedenti amministrazioni di centrodestra. Il buon lavoro fatto sui territori non solo ha portato a rimettere i conti in ordine ma anche a una maggiore qualita’ nei servizi e a maggiori investimenti per l’ammodernamento tecnologico ed edilizio delle strutture ospedaliere. Questo non vuol dire che sono state risolte tutte le criticita’ del sistema sanitario: resta ancora molto da fare, come ad esempip sulle liste di attesa, ma non si possono negare i notevoli risultati conseguiti finora”. Lo dichiara, in una nota, la consigliera regionale del Lazio, Marietta Tidei del Pd.

“Grazie all’azione di risanamento dei conti, abbiamo oggi investimenti sulle strutture della sanita’ pubblica del Lazio e abbiamo riavviato il turnover con assunzioni per dare certezze agli operatori, ai professionisti e ai fornitori. Il sistema sanitario e’ fatto di uomini e donne che sono al lavoro ogni giorno per garantire ai cittadini i servizi di cura e assistenza. Stiamo lavorando ora, con impegno e risorse, anche per un’altra importantissima sfida: ridurre le liste di attesa per consentire alle persone di accedere in tempi brevi alle prestazioni mediche e sanitarie- aggiunge- Un passo fondamentale per il rilancio di un territorio fin troppo ferito da anni di malasanita’, che oggi, finalmente, puo’ dire di essere di nuovo pronto a fornire ai cittadini un servizio degno questo nome: cura, assistenza e strutture efficienti, saranno dei punti fondamentali per la nuova vita della sanita’ della Regione Lazio”, conclude Tidei.