Trenta: pugno duro contro chi attacca forze dell’ordine

Roma – “Non sappiamo ancora chi sono gli aggressori, le indagini sono in corso, ma bisogna cominciare a essere un po’ piu’ duri con chi attacca le forze dell’ordine”. Il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, lo dice su Radio 24 commentando l’aggressione a un carabiniere da parte di tifosi della Lazio in occasione del match con l’Eintracht.

“Dobbiamo essere sicuri che queste persone non siano arrestate e poi rilasciate in poco tempo, ma vengano perseguite- dice Trenta- Ogni volta che viene attaccato un poliziotto o un carabiniere viene attaccato lo Stato. Noi dobbiamo dare dei segnali precisi. Quest’anno sono stati feriti 1.517 carabinieri, e di questi il 49% ha riportato lesioni con prognosi superiore ai 5 giorni”.

“Credo che dobbiamo difendere i nostri uomini, e’ necessaria la certezza dell’intervento nei confronti di coloro che si sono macchiati di queste colpe. Non sempre e’ stato fatto”, conclude il ministro a Radio 24.