Troncarelli: asili nido, lavoriamo su eventuale aumento operatori

Roma – In merito agli asili nido “stiamo gia’ riflettendo su un discorso di un numero maggiore di operatori, perche’ se con le misure di distanziamento cambiera’ il rapporto operatori-bambini ci sara’ un aumento degli operatori e quindi, a cascata, delle rette e delle spese delle famiglia”. Lo ha detto Alessandra Troncarelli, assessore alle Politiche sociali, Welfare ed Enti locali della Regione Lazio, intervenuta oggi pomeriggio alla riunione della commissione regionale Politiche giovanili, Educazione e Istruzione, convocata sul tema ‘Educazione all’aperto: nuove sfide e misure di prospettiva’, che ha visto l’audizione di una ventina tra comitati e associazioni.

“Abbiamo ascoltato tanti interventi e quello della concertazione e’ proprio il metodo della Regione Lazio”, ha spiegato Troncarelli. L’assessore ha ricordato che “in prima battuta abbiamo dato sostegno economico agli asili nido pubblici, accreditati e non per 14 milioni di euro, con un massimo di 30mila euro ciascuno per le 5 mensilita’ di sospensione previste, da marzo a luglio: siamo stati una delle prime Regioni a intervenire per il sostegno economico dei servizi socio-educativi, ben sapendo che tutto questo si ripercuote anche sulle famiglie che non hanno piu’ un servizio fondamentale a cui poter accedere”.

Per quanto riguarda le riaperture, “sappiamo che la fascia 0-3 per il momento non puo’ aprire, anche se ci sono delle rivalutazioni in atto da parte del Governo. Comunque- ha concluso Troncarelli- le nostre azioni dovranno essere molto ponderate e l’unico faro sara’ come sempre la tutela della sicurezza e della salute dei cittadini dopo questi mesi catastrofici. Siamo gia’ al lavoro per il recepimento delle linee guida nazionali per garantire gli standard di riapertura”.

Ad aprire i lavori e’ stata Eleonora Mattia, presidente della commissione Politiche giovanili, Educazione e Istruzione della Regione Lazio: “La commissione di oggi e’ il frutto di un grande lavoro fatto anche dall’assessore, a partire dai nidi. Nella legge sul sistema integrato 0-6 abbiamo previsto la regolamentazione del servizio sperimentale ‘in natura’, e siamo stati una delle poche Regioni a prevederlo: la proposta di legge verra’ approvata la prossima settimana in commissione Bilancio, poi tornera’ qui per l’approvazione definitiva e infine verra’ trasmessa all’Aula. Sara’ una legge che verra’ utilizzata gia’ da settembre per una ripresa in sicurezza anche per i piu’ piccoli”.