Quantcast

Tutto pronto per arrivo Putin: giovedì presidente russo a Roma

Roma – Una ‘Green zone’ blindata, tiratori scelti e droni pronti a vigilare dall’alto. E’ tutto pronto per la visita ufficiale in Italia, giovedi’ 4 luglio, del presidente della Federazione russa, Vladimir Putin. Domani alle 11.30 negli uffici della Questura di Roma si terra’ il tavolo tecnico per mettere a punto le ultime misure. Putin rimarra’ nella Capitale solo un giorno. L’aereo presidenziale atterrera’ all’aeroporto di Fiumicino giovedi’ poco dopo le 12.30 per ripartire la sera stessa alle 22. Il presidente russo subito dopo l’atterraggio incontrera’ in Vaticano Papa Bergoglio. Seconda tappa al Quirinale per il colloquio con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Nel pomeriggio, alle 16, e’ fissato l’appuntamento a Palazzo Chigi con il premier Giuseppe Conte. Il programma si concludera’ con la visita delle 18.30 alla Farnesina per il Forum dialogo Italia-Russia e infine Putin si rechera’ a Villa Madama per la cena in programma alle 19.30. Proprio i numerosi spostamenti, in appena 10 ore, del presidente russo nella Capitale sono al centro delle riunioni di queste ore tra Prefettura e Questura di Roma. Al vaglio eventuali misure di sicurezza eccezionali, anche se al momento il piano di prevenzione sembra ricalcare quello predisposto per la visita del presidente cinese, Xi Jinping, a marzo.

Confermato l’avvio, gia’ da ieri, delle bonifiche nelle aree del centro storico. Sotto la lente, anche la zona attorno all’hotel St. Regis, in via Vittorio Emanuele Orlando, dove Putin fara’ base con il suo staff. Confermata, come a marzo, la ‘Green zone’, ovvero un’area a stretta sorveglianza in cui sara’ totalmente vietato il traffico nelle ore di passaggio del corteo e all’interno di cui saranno appostati tiratori scelti, artificieri e uomini in borghese delle forze speciali. Nell’area saranno schermate anche le comunicazioni cellulari e l’interno spazio aereo sara’ sotto il controllo di droni e elicotteri delle forze dell’ordine. Possibili controlli casuali a cittadini e turisti anche con l’uso di metal detector nelle aree limitrofe alla ‘Green zone’.

La cintura di sicurezza abbraccera’ il percorso del corteo di Putin, composto da oltre 30 auto, includendo le principali ambasciate e luoghi sensibili della Capitale. In totale, oltre 50 strade saranno incluse in un’area che va da piazza Venezia a piazza del Popolo, da Lungotevere in Augusta a Porta Pinciana fino a via dei Fori Imperiali, includendo piazza del Campidoglio, Castro Pretorio, Corso Italia, piazza dei Cinquecento e via Merulana.