RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Udicon: no a secondary ticketing. Pochi biglietti venduti a Roma Store

Di seguito le parole di Martina Donini, Presidente Regionale U.Di.Con. del Lazio. "Ci troviamo nuovamente a fare i conti con un caso di secondary ticketing. Come sempre abbiamo riscontrato da parte degli utenti dei problemi in merito all'acquisto dei biglietti di un evento sportivo.

Roma – Di seguito le parole di Martina Donini, Presidente Regionale U.Di.Con. del Lazio. “Ci troviamo nuovamente a fare i conti con un caso di secondary ticketing. Come sempre abbiamo riscontrato da parte degli utenti dei problemi in merito all’acquisto dei biglietti di un evento sportivo. In questo caso un evento importantissimo per la città di Roma e per i romani, la semifinale di Champions League”.

“In questi giorni si è sentito parlare della riesumata vicenda del secondary ticketing. I prezzi dei biglietti per la partita Roma-Liverpool hanno raggiunto prezzi stellari. Solo una minima parte dei biglietti sono stati venduti presso i Roma Store, che pochi minuti dopo l’ apertura della vendita hanno dichiarato il sold out”.

“Dal canto loro, i tifosi hanno riscontrato prezzi fino a 7 volte più alti con valutazioni sempre in aumento con il passare delle ore”, prosegue la nota.

“Dopo pochi secondi i server sono andati tutti offline. I tifosi in fila ai botteghini non hanno potuto acquistare i biglietti- continua Donini-. Poichè subito dopo hanno ritrovato i biglietti sul mercato del secondary ticketing a prezzi elevatissimi. Tutto questo è inconcepibile e riporta in essere un problema, quello del bagarinaggio online, già segnalato dalla nostra associazione in precedenza. Vogliamo quindi verificare che tutta la procedura di acquisto dei biglietti sia stata fatta in maniera impeccabile e che non ci sia stato alcun bot applicato all’ acquisto. Escludendo pertanto l’ipotesi che i biglietti fossero già destinati ai canali secondari”, conclude.