Ufficio speciale Rom resta senza vertici: Micheli se ne va

Roma – Michela Micheli lascia difatto la direzione dell’Uffico speciale Rom, Sinti e Caminanti. Il tutto dopo i fatti di Torre Maura, dove ricordiamo ci fu il trasferimento di 70 Rom nell’ex clinica di Torre Maura che ha portato ad agitazioni nel quartiere, alimentate dalle proteste delle fazioni di estrema destra quali CasaPound e Forza Nuova.

La Dottoressa ha tuttavia smentito che la decisione sia stata presa dopo gli episodi di violenza registrati in via Codirossoni e spiega come fosse già in programma un suo trasferimento presso un altro ente istituzionale.
Intanto il Campidoglio ha iniziato una serie di verifiche su quanto accaduto: sul banco degli imputati una presunta mancata comunicazione dei tecnici alla parte politica, in merito al trasferimento dei Rom, che avrebbe concesso tempo di dialogo con la cittadinanza nel caso in cui fosse arrivata per tempo come da prassi.

Micheli si è difesa dalle accuse specificando come fosse impossibile prevedere gli scenari di violenza verificatisi, come dar fuoco alla macchina della sala operativa o prendere a calci e sputi i pulmini per il trasferimento. Ma soprattutto si è dichiarata fiera di aver tutelato queste persone fino in fondo.