Umberto I: attivate tutte le procedure per casi positivi

Roma – “Nel pomeriggio di sabato 7 marzo 2020 un nostro medico si e’ presentato spontaneamente al Dea di questa azienda avendo gia’ sintomi di malattia, per sottoporsi all’esecuzione del tampone. L’azienda ha risposto tempestivamente seguendo le procedure definite dai provvedimenti nazionali e regionali per il COVID-19”. Cosi’ in una nota la Direzione del Policlinico Umberto I.

“In data 8 marzo, non appena ricevuto il risultato delle analisi, si e’ proceduto ad attivare tutte le misure previste dai protocolli operativi e specificamente la ricostruzione e l’identificazione di tutti i contatti avuti dal medico nei 14 giorni precedenti l’insorgenza dei sintomi- spiega la nota- L’elenco dei contatti, che comprende sia il personale che i pazienti visitati, con i relativi recapiti telefonici e’ stato trasmesso alla Asl Roma 1 per i provvedimenti di competenza”.

“Inoltre, sul personale di reparto presente nell’elenco dei contatti e che risultava sintomatico, come previsto dalle disposizioni regionali, sono stati effettuati i tamponi per la ricerca del COVID-19- continua la nota- Acquisito l’esito dei tamponi nella mattinata odierna, sono stati notificati alla Asl Roma 1 i casi positivi e si e’ proceduto alla ricognizione e identificazione dei relativi contatti ed e’ in corso la sorveglianza sanitaria del personale risultato negativo al test. Tutti gli ambienti identificati nel corso della ricognizione sono stati sanificati secondo le disposizioni del Ministero della Salute”.

“Al fine di garantire la continuita’ dell’assistenza oncologica e tutelare i pazienti adottando le misure di precauzione previste dalle linee guida per il COVID-19- conclude la nota- si sta procedendo a delocalizzare in altra sede parte dell’assistenza oncologica e tutti gli operatori sanitari sono stati muniti dei dispositivi di protezione individuale previsti dal protocollo”.