Quantcast

Unindustria: per poteri speciali basta riforma ordinaria, ecco proposte

Più informazioni su

Roma – Quello per i poteri speciali per Roma, “riteniamo sia un tema fondamentale sia per la citta’ che per la Regione. Per quello che e’ il nostro ragionamento fatto in questi anni riteniamo che l’approccio piu’ corretto sia quello della riforma ordinaria piu’ che costituzionale”. Lo dice il presidente di Unindustria, Angelo Camilli nel corso dell’audizione in commissione Affari costituzionali della Camera sui Poteri speciali per Roma Capitale.

La riforma ” dovrebbe incentrarsi su tre punti: fare di Roma una capitale vera e propria rendendola un centro nevralgico per gli eventi, il mondo fieristico, la diplomazia, esattamente come avviene nelle altre capitali europee”, spiega Camilli.

“Quindi, far coincidere Roma con i poteri, le competenze e i confini dell’attuale Citta’ Metropolitana e a sua volta rendere i 15 municipi dei veri e propri comuni. Piu’ in generale- aggiunge- ci fa piacere che su questo tema ci sia convergenza da parte di tutte le forze politiche e ci auguriamo che l’iter possa andare avanti”.

Più informazioni su