Unione Inquilini a Raggi: ora politiche abitative strutturali

Roma – “Con una lettera oggi Unione Inquilini chiede alla Sindaca Virginia Raggi e all’assessora Valentina Vivarelli l’attuazione della mozione proposta da Unione Inquilini, a prima firma Fassina e votata all’unanimita’ in Campidoglio, che e’ l’occasione di un vero rilancio di politiche abitative nel comune di Roma”. Lo ha scritto in una nota Unione Inquilini.

“In prima istanza- spiega Unione Inquilini- la richiesta di apertura di un tavolo di crisi per affrontare insieme alle parti sociali questo periodo storico di forte sofferenza per i precari della casa, atto a verificare le misure di riduzione della pressione degli affitti e prevenire con la graduazione degli sfratti. Una corsa contro il tempo per arginare l’emorragia di sfratti sui quali, seppur prorogati al 30 giugno, bisogna intervenire da subito”.

“Non possiamo permetterci- continua- ancora ritardi nell’erogazione dei contributi all’affitto e bisogna mettere in campo da subito progetti per garantire a tutti il passaggio di casa in casa. Una questione, quella dei contributi affitto, per la quale Unione Inquilini ha richiesto una Commissione Trasparenza.”

“La Sindaca forte del sostegno dell’intera aula del campidoglio, puo’ da subito stilare l’elenco di immobili pubblici abbandonati da restituire alla precarieta’ abitativa e spingere sul Governo per richiedere l’attuazione dei progetti con le ingenti somme in arrivo col recovery fund”.

“Ci auguriamo- conclude- che a Roma si apra una nuova stagione di politiche abitative, la mozione in questione operativa e concreta offre una piano che da nuova speranza. Ora la nostra nemica e’ l’inerzia”.