RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Usb: Atac deve rimanere al 100% pubblica

Più informazioni su

Roma – Si avvicina l’11 novembre, data del referendum consultivo promosso dai Radicali, nel quale i cittadini di Roma potranno esprimersi su Atac: deve rimanere interamente a gestione pubblica o deve essere messa a gara, per far entrare le societa’ private? Mancano circa 60gg al referendum, e il dato che uscira’ dalle urne potrebbe incidere pesantemente anche sulla futura vita dei lavoratori.

Difatti nelle citta’ in cui la gestione del trasporto e’ stata data in mano ai privati, questo non ha prodotto altro che la diminuzione dei salari e dei diritti per i lavoratori, oltre a un aumento dei costi per gli utenti, a fronte di un evidente peggioramento della qualita’ del servizio. Anche a Roma la privatizzazione di parte del trasporto non ha portato miglior qualita’ ed efficienza. Dal giubileo del 2000 Atac si e’ gia’ vista sottrarre il 20% delle linee, date ad aziende private, con una perdita economica importante.

La gestione privata ha generato solo salari piu’ bassi e condizioni di lavoro peggiori, per non parlare delle corse che saltano, lasciando le periferie senza mezzi di trasporto. E ora il rischio e’ anche quello di perdere le ex ferrovie concesse, come la Roma-Lido e la Roma-Viterbo, che visto il numero elevato di pendolari trasportati quotidianamente, rappresentano per la nostra azienda una fonte di guadagno importante. Cosi’ in un comunicato Usb Lavoro Privato – Trasporti di Romae Lazio.

Più informazioni su