Usb: case popolari, domani e sabato assemblee quartieri

Più informazioni su

Roma – “La Regione Lazio ha votato una sanatoria che esclude migliaia di nuclei familiari entrati successivamente al 23 maggio 2014. Per chi invece e’ entrato entro la data del 23 maggio 2014 e fa domanda di regolarizzazione l’Ater non si limita a chiedere le sanzioni per gli ultimi cinque anni, ma chiede anche le morosita’ antecedenti, pena la non regolarizzazione.”

“A fronte di questo, il comune di Roma e’ completamente inerme: non assegna case popolari, non lavora le domande di sanatoria e continua a sanzionare gli occupanti nonostante la regolarizzazione sia in corso.”

“Noi chiediamo: l’estensione della regolarizzazione almeno al 31/12/2020; la cancellazione delle morosita’ piu’ vecchie di cinque anni (calcolate in base ai redditi e non con i canoni sanzionatori); l’annullamento della sanzione amministrativa e degli atti gia’ avviati da Equitalia (Ag. Entrate), che e’ sostituita dai 200 euro al mese per gli ultimi cinque anni previsti dalla legge; il rilancio dell’edilizia pubblica e la corretta gestione amministrativa e tecnica del patrimonio il potenziamento delle politiche abitative attive da parte della regione e del comune.”

“Assemblee nei quartieri: Casalbruciato, giovedi’ 11 febbraio alle ore 16,30 a Piazza Balsamo Crivelli; San Basilio, sabato 13 febbraio alle ore 10,30 alla Balena (Piazza Recanati)”. Cosi’ in un comunicato l’Usb.

Più informazioni su