Valeriani: impianto Colleferro parte fondamentale piano Regione

Roma – L’impianto di recupero di materia dai rifiuti che sara’ realizzato a Colleferro “e’ la cosa piu’ importante che la Regione fa nel piano rifiuti, per dimostrare che l’evoluzione di quegli impianti e’ la svolta dei prossimi anni: trasformiamo un problema in un’opportunita’”. Lo ha detto l’assessore regionale ai Rifiuti, Msssimiliano Valeriani, in occasione della presentazione del progetto di prefattibilita’ dell’impianto da parte di Lazio Ambiente.

“In quel sito era ubicato un termovalorizzatore in disuso da molto tempo, confidiamo molto in questa operazione perche’ questo e’ lo scenario cui tendere e tutti gli impianti di pretrattamento dei rifiuti, tm e tmb, dovranno diventare impianti che puntano a recuperare il piu’ possibile materie prime seconde e non luoghi dove entra rifiuto ed esce rifiuto”.

Sugli inceneritori, Valeriani ha ribadito la linea del no alla costruzione di nuovi impianti di questo tipo: “Non c’e’ alcuna avversione ideologica sugli inceneritori ma non c’e’ spazio per nuovi impianti di questo tipo. Peccato non averne avuti molti nella nostra Regione, non sono stati costruiti e quindi facciamo i conti con una situazione per cui cui, di fronte a un decommissioning al 2030, non e’ piu’ economicamente sostenibile una tecnologia di quel tipo- ha spiegato-”

“Sapendo che, crescendo la raccolta differenziata, quegli impianti diventeranno non piu’ economicamente sostenibili, perche’ per ‘camminare’ devono ‘mangiare’ immondizia indifferenziata e considerando il tempo di progettazione, autorizzazione, realizzazione e recupero delle risorse impegnate, nel Lazio quella tecnologia non e’ applicabile. Puntiamo su impianti di smaltimento prevalentemente di discarica, con l’obiettivo di dimezzarne la necessita’, sapendo che quando parliamo di discariche non si trattera’ piu’ di discariche come quelle del passato”.