RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Valle, Marinelli: “Lasciato lo stabile. Impegni mantenuti. Consegnato al Teatro di Roma”

Più informazioni su

Giovanna Marinelli

Giovanna Marinelli

“Non è stato facile, ma gli impegni presi da noi come dagli artisti e dagli aderenti della Fondazione Teatro Valle bene comune sono alla fine mantenuti: stasera anche il foyer oltre all’intero teatro Valle è stato lasciato. Roma Capitale lo ha preso in consegna e lo ha immediatamente affidato all’Associazione Teatro di Roma.

Quello che avviene stasera non è la chiusura della vicenda del Teatro Valle, anzi un nuovo inizio. Il Teatro, lasciato dai tanti appartenenti alla Fondazione Teatro Valle Bene Comune, non è vuoto: viene preso in consegna dall’Associazione Teatro di Roma per tornare (dopo i necessari lavori) ad una piena attività artistica di cui l’esperienza maturata in questi tre anni al Valle, che ha avuto anche una eco europea e internazionale, sarà una parte costitutiva. Teatro di Roma e Fondazione stipuleranno, nella loro autonomia, una convenzione per stabilire forme e modi di questa collaborazione artistica, culturale e organizzativa.

Ho già detto che questa è una vittoria della città e della cultura. I motivi sono molti: il Teatro Valle resta pubblico e si inserisce nell’attività della istituzione teatrale romana più prestigiosa e nota a livello nazionale e internazionale. Questa sarà una ricchezza in più per Roma, per la città che vuole cambiare, crescere, creare e godere di più della cultura.

Ed è una vittoria anche perché le istituzioni cittadine come gli artisti del Valle hanno saputo dare una prova di collaborazione e di responsabilità: non è stato semplice e soprattutto non era affatto scontato, dopo che troppe volte si erano accese polemiche e persino scontri. Tra i protagonisti di questo successo – consentitemi, insieme a Roma Capitale – c’è il Teatro di Roma, il suo presidente Marino Sinibaldi, il suo direttore Antonio Calbi: hanno lavorato con intelligenza e caparbietà per ottenere un risultato utile, mettendo in gioco la loro storia professionale e la loro passione. E un ruolo importante spetterà anche al Mibact, al ministro e al suo impegno per il rilancio della nostra cultura. Guardiamo al futuro del Valle e delle istituzioni teatrali romane, con fiducia. Ci sarà da lavorare moltissimo, ma tutti hanno dimostrato di volerlo fare”.

Così in una nota l’ Assessore alla Cultura di Roma Capitale Giovanna Marinelli.

Più informazioni su