RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Veloccia: preferenziale Portuense non è progetto al momento percorribile

Roma – “Siamo sempre stati dalla parte di una mobilita’ sostenibile e di corridoi della mobilita’ dedicati al trasporto pubblico, ma e’ del tutto evidente che qualsiasi progetto deve essere calato nella realta’ e a proposito dell’ipotesi di dar via ad una corsia preferenziale su via Portuense cosi’ come vorrebbe la sindaca Raggi, e’ proprio la realta’ a dirci che un progetto del genere non e’ al momento percorribile”. E’ quanto dichiarano in una nota congiunta il capogruppo ed il segretario del Pd del Municipio XI, Maurizio Veloccia e Gianluca Lanzi.

“La via Portuense- proseguono gli esponenti dem- e’ un’arteria che attualmente presenta enormi colli di bottiglia in tutto l’asse che va da Corviale a piazza della Radio. Inserire una corsia preferenziale senza risolvere prima tali criticita’, aggraverebbe il problema del traffico privato e non aiuterebbe il trasporto pubblico. E’ necessario dunque accantonare un approccio semplicistico e ideologico a cui ci ha abituato la sindaca Raggi e intervenire per fluidificare davvero il traffico con investimenti strutturali e un maggiore controllo del territorio per contrastare ad esempio il diffusissimo fenomeno della ‘doppia fila’”.

“In particolare la sindaca dovrebbe impegnarsi per riprendere il progetto gia’ finanziato dell’allargamento del tratto stradale di via Pacinotti, dopo il sottopasso ferroviario, in direzione di Piazza della radio, che costituisce un imbuto e vanifica gli effetti dell’allargamento del ‘ponticello’. Dovrebbe poi lavorare per portare anche in questo quadrante della citta’ la ‘cura del ferro’ riprendendo i progetti di prolungamento della rete tranviaria. E infine utilizzare i fondi regionali che giacciono da due anni nelle casse comunali per dotare di semafori ‘intelligenti’ le nostre strade affinche’ i tempi semaforici siano sintonizzati con il reale andamento del traffico”.

“Insomma diciamo basta a chiacchiere e progetti inefficaci, da parte di una Giunta che non conosce le reali esigenze del territorio, ne’ utilizza finanziamenti gia’ disponibili. Daremo voce ai tanti cittadini e operatori commerciali che ci hanno chiesto un intervento avviando da subito una raccolta firme per fermare questo ulteriore dispendio di denaro pubblico, destinandolo agli interventi strutturali che abbiamo descritto”, concludono Veloccia e Lanzi.